Home         Translations         About Us   
search  












 

Parte I

CHI DICI CHE IO SIA ?

I L PROBLEMA DELLA RELIGIONE 

Fate bene attenzione e guardatevi dal lievito dei farisei e dei sadducei.1

Avete occhi e non vedete, avete orecchi e non udite? E non vi ricordate, quando ho spezzato i cinque pani per i cinquemila, quante ceste colme di pezzi avete portato via?. Gli dissero: Dodici. E quando ho spezzato i sette pani per i quattromila, quante sporte piene di pezzi avete portato via?. Gli dissero: Sette. E disse loro: Non capite ancora?. 2

Invano essi mi rendono culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini. Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini. Siete veramente abili nell'eludere il comandamento di Dio, per osservare la vostra tradizione. 3

Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. V oi che avete per padre il diavolo, e volete compiere i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin da principio e non ha perseverato nella verità, perché non vi è verità in lui. Quando dice il falso, parla del suo, perché è menzognero e padre della menzogna. 4

Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti agli uomini; perché così voi non vi entrate, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrarci.

Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete il mare e la terra per fare un solo proselito e, ottenutolo, lo rendete figlio della Geenna il doppio di voi.

Guai a voi, guide cieche, che dite: Se si giura per il tempio non vale, ma se si giura per l'oro del tempio si è obbligati. Stolti e ciechi: che cosa è più grande, l'oro o il tempio che rende sacro l'oro? E dite ancora: Se si giura per l'altare non vale, ma se si giura per l'offerta che vi sta sopra, si resta obbligati. Ciechi! Che cosa è più grande, l'offerta o l'altare che rende sacra l'offerta? Ebbene, chi giura per l'altare, giura per l'altare e per quanto vi sta sopra; e chi giura per il tempio, giura per il tempio e per Colui che l'abita. E chi giura per il cielo, giura per il trono di Dio e per Colui che vi è assiso.

Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pagate la decima della menta, dell'anèto e del cumìno, e trasgredite le prescrizioni più gravi della legge: la giustizia, la misericordia e la fedeltà. Queste cose bisognava praticare, senza omettere quelle. Guide cieche, che filtrate il moscerino e ingoiate il cammello!

Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pulite l'esterno del bicchiere e del piatto mentre all'interno sono pieni di rapina e d'intemperanza. Fariseo cieco, pulisci prima l'interno del bicchiere, perché anche l'esterno diventi netto!

Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all'esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. Così anche voi apparite giusti all'esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d'ipocrisia e d'iniquità.

E come potete credere, voi che prendete gloria gli uni dagli altri, e non cercate la gloria che viene da Dio solo? 5

Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che innalzate i sepolcri ai profeti e adornate le tombe dei giusti, e dite: Se fossimo vissuti al tempo dei nostri padri, non ci saremmo associati a loro per versare il sangue dei profeti; e così testimoniate, contro voi stessi, di essere figli degli uccisori dei profeti. Ebbene, colmate la misura dei vostri padri!

Serpenti, razza di vipere, come potrete scampare dalla condanna della Geenna? Perciò ecco, io vi mando profeti, sapienti e scribi; di questi alcuni ne ucciderete e crocifiggerete, altri ne flagellerete nelle vostre sinagoghe e li perseguiterete di città in città. 6

Ipocriti! Bene ha profetato di voi Isaia, dicendo: Questo popolo mi onora con le labbra, ma il suo cuore è lontano da me. 7

Voi vi ritenete giusti davanti agli uomini, ma Dio conosce i vostri cuori: ciò che è esaltato fra gli uomini è cosa detestabile davanti a Dio. 8

Ora vi dico che molti verranno dall'oriente e dall'occidente e siederanno a mensa con Abramo, Isacco e Giacobbe nel regno dei cieli, mentre i figli del regno saranno cacciati fuori nelle tenebre, ove sarà pianto e stridore di denti. S e la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli. 9

 

L A LUCE CHE HA ILLUMINATO IL MONDO    

Io come luce sono venuto nel mondo, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre. Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita. 10

E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie. Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio. 11

Voi avete inviato messaggeri da Giovanni ed egli ha reso testimonianza alla verità. Egli era una lampada che arde e risplende, e voi avete voluto solo per un momento rallegrarvi alla sua luce.

Io però ho una testimonianza superiore a quella di Giovanni: le opere che il Padre mi ha dato da compiere, quelle stesse opere che io sto facendo, testimoniano di me che il Padre mi ha mandato.

Se non compio le opere del Padre mio, non credetemi; ma se le compio, anche se non volete credere a me, credete almeno alle opere, perché sappiate e conosciate che il Padre è in me e io nel Padre.

Dobbiamo compiere le opere di colui che mi ha mandato finché è giorno; poi viene la notte, quando nessuno può più operare. 12

La lucerna del corpo è l'occhio; se dunque il tuo occhio è chiaro, tutto il tuo corpo sarà nella luce; ma se il tuo occhio è malato, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra! 13

Non sono forse dodici le ore del giorno? Se uno cammina di giorno, non inciampa, perché vede la luce di questo mondo; 10ma se invece uno cammina di notte, inciampa, perché gli manca la luce.

Ancora per poco tempo la luce è con voi. Camminate mentre avete la luce, perché non vi sorprendano le tenebre; chi cammina nelle tenebre non sa dove va. E quando un cieco guida un altro cieco, tutti e due cadranno in un fosso!

Mentre avete la luce credete nella luce, per diventare figli della luce. 14

Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la pone sotto un letto; la pone invece su un lampadario, perché chi entra veda la luce.

Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli.

Non c'è nulla di nascosto che non debba essere manifestato, nulla di segreto che non debba essere conosciuto e venire in piena luce

Quello che vi dico nelle tenebre ditelo nella luce, e quello che ascoltate all'orecchio predicatelo sui tetti. 15

L A RIVELAZIONE  

È giunta l'ora che sia glorificato il Figlio dell'uomo. 16

Io non cerco la mia gloria; vi è chi la cerca e giudica. 17

Nella vostra Legge sta scritto che la testimonianza di due persone è vera: orbene, sono io che do testimonianza di me stesso, ma anche il Padre, che mi ha mandato, mi dà testimonianza. Ma c 'è un altro che mi rende testimonianza, e so che la testimonianza che egli mi rende è verace. Io non ricevo testimonianza da un uomo; ma vi dico queste cose perché possiate salvarvi. 18

Chi parla da se stesso, cerca la propria gloria; ma chi cerca la gloria di colui che l'ha mandato è veritiero, e in lui non c'è ingiustizia. 19

I o non sono venuto da me e chi mi ha mandato è veritiero. S ono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per rendere testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce . 20

Io e il Padre siamo una cosa sola. Io sono venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza. 21

Io do loro la vita eterna e non andranno mai perdute e nessuno le rapirà dalla mia mano.

Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore.

C onoscerete la verità e la verità vi farà liberi". S e dunque il Figlio vi farà liberi, sarete liberi davvero.

Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. 22

Questa infatti è la volontà del Padre mio, che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; io lo risusciterò nell'ultimo giorno".

Tu credi nel Figlio dell'uomo? C olui che parla con te è proprio lui. 23

 

L A PAROLA VIVENTE   

I l Padre che mi ha mandato, egli stesso mi ha ordinato che cosa devo dire e annunziare. E io so che il suo comandamento è vita eterna. Le cose dunque che io dico, le dico come il Padre le ha dette a me. 24

L a parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato In verità, in verità vi dico: chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha la vita eterna e non va incontro al giudizio, ma è passato dalla morte alla vita. 25

In verità, in verità vi dico: è venuto il momento, ed è questo, in cui i morti udranno la voce del Figlio di Dio, e quelli che l'avranno ascoltata, vivranno. 26

Voi scrutate le Scritture credendo di avere in esse la vita eterna; ebbene, sono proprio esse che mi rendono testimonianza. 40Ma voi non volete venire a me per avere la vita. 27

I l Padre, che mi ha mandato, ha reso testimonianza di me. Ma voi non avete mai udito la sua voce, né avete visto il suo volto, e non avete la sua parola che dimora in voi, perché non credete a colui che egli ha mandato. 28

A colui che il Padre ha consacrato e mandato nel mondo, voi dite: Tu bestemmi, perché ho detto: Sono Figlio di Dio? 29

Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che vi ho dette sono spirito e vita. 30

Se qualcuno ascolta le mie parole e non le osserva, io non lo condanno; perché non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo. Chi mi respinge e non accoglie le mie parole, ha chi lo condanna: la parola che ho annunziato lo condannerà nell'ultimo giorno. 31

Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. 32

 

IL PADRE  

Che ne pensate del Messia? Di chi è figlio? 23

N essuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare. Io però lo conosco, perché vengo da lui ed egli mi ha mandato. 34

Colui che mi ha mandato è con me e non mi ha lasciato solo perché io faccio sempre le cose che gli sono gradite . Chi ha visto me ha visto il Padre. Come puoi dire: Mostraci il Padre? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? 35

Io e il Padre siamo una cosa sola. 15Tutto quello che il Padre possiede è mio . Sono uscito dal Padre e sono venuto nel mondo; ora lascio di nuovo il mondo, e vado al Padre . 36

Il Figlio da sé non può fare nulla se non ciò che vede fare dal Padre; quello che egli fa, anche il Figlio lo fa. Il Padre infatti ama il Figlio, gli manifesta tutto quello che fa e gli manifesterà opere ancora più grandi di queste, e voi ne resterete meravigliati. Come il Padre risuscita i morti e dà la vita, così anche il Figlio dà la vita a chi vuole . 37

Il Figlio da sé non può fare nulla. Come infatti il Padre ha la vita in se stesso, così ha concesso al Figlio di avere la vita in se stesso; e gli ha dato il potere di giudicare, perché è Figlio dell'uomo. 38

Tu chi sei ? Proprio ciò che vi dico. Avrei molte cose da dire e da giudicare sul vostro conto; ma colui che mi ha mandato è veritiero, ed io dico al mondo le cose che ho udito da lui. 39

Quando avrete innalzato il Figlio dell'uomo, allora saprete che Io Sono e non faccio nulla da me stesso, ma come mi ha insegnato il Padre, così io parlo. 40

IL BUON PASTORE  

Non temere, piccolo gregge, perché al Padre vostro è piaciuto di darvi il suo regno.41

Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me, come il Padre conosce me e io conosco il Padre; e offro la vita per le pecore. Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono.

Io do loro la vita eterna e non andranno mai perdute e nessuno le rapirà dalla mia mano. Il Padre mio che me le ha date è più grande di tutti e nessuno può rapirle dalla mano del Padre mio.

E ho altre pecore che non sono di quest'ovile; anche queste io devo condurre; ascolteranno la mia voce e diventeranno un solo gregge e un solo pastore. 42

Chi invece entra per la porta, è il pastore delle pecore. Il guardiano gli apre e le pecore ascoltano la sua voce: egli chiama le sue pecore una per una e le conduce fuori. E quando ha condotto fuori tutte le sue pecore, cammina innanzi a loro, e le pecore lo seguono, perché conoscono la sua voce. 5 Un estraneo invece non lo seguiranno, ma fuggiranno via da lui, perché non conoscono la voce degli estranei". 43

Io sono il buon pastore. Il buon pastore offre la vita per le pecore. 12 Il mercenario invece, che non è pastore e al quale le pecore non appartengono, vede venire il lupo, abbandona le pecore e fugge e il lupo le rapisce e le disperde . 44

In verità, in verità vi dico: io sono la porta delle pecore. C hi non entra nel recinto delle pecore per la porta, ma vi sale da un'altra parte, è un ladro e un brigante. Tutti coloro che sono venuti prima di me, sono ladri e briganti; ma le pecore non li hanno ascoltati. Io sono la porta: se uno entra attraverso di me, sarà salvo; entrerà e uscirà e troverà pascolo. 45

Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; io sono venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza. 46

 

CIBO PER L’ANIMA

Non di solo pane vivrà l'uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio. 47

Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà più fame e chi crede in me non avrà più sete.

Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia.

Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. 48

Procuratevi non il cibo che perisce, ma quello che dura per la vita eterna, e che il Figlio dell'uomo vi darà. Perché su di lui il Padre, Dio, ha messo il suo sigillo. 49

I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti . N on Mosè vi ha dato il pane dal cielo, ma il Padre mio vi dà il pane dal cielo, quello vero; il pane di Dio è colui che discende dal cielo e dà la vita al mondo. 50

Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è colui che ti dice: "Dammi da bere!", tu stesso gliene avresti chiesto ed egli ti avrebbe dato acqua viva. Rispose Gesù: "Chiunque beve di quest'acqua avrà di nuovo sete; ma chi beve dell'acqua che io gli darò, non avrà mai più sete, anzi, l'acqua che io gli darò diventerà in lui sorgente di acqua che zampilla per la vita eterna. 51

Chi ha sete venga a me e beva chi crede in me; come dice la Scrittura: fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno. 52

1 Matteo 16.6.
2 Marco 8:18-21.
3 Marco 7:7-9.
4 Matteo 7:15; Giovanni 8:44.
5 Matteo 23:13-28; Giovanni 5:44.
6 Matteo 23:29-34.
7 Matteo 15:7, 8, Isaia 29:13.
8 Luca16:15.
9 Matteo 8:11, 12; 5:20.
10 Giovanni 12:46; 8:12.
11 Giovanni 3:19-21.
12 Giovanni 5:33,35,36; 10:37,38; 9:4.
13 Matteo 6:22,23.
14 Giovanni 11:9,10; 12:35; Matteo 15:14; Giovanni 12:36.
15 Luca 8:16; Matteo 5:14, 16; Luca 8:17; Matteo 10:27.
16 Giovanni 12:23.
17 Giovanni 8:50.
18 Giovanni 8:17,18 ; 5:32,34.
19 Giovanni 7:18.
20 Giovanni 7:28 ; 6:38; 18:37.
21 Giovanni 10:30; 10:10.
22 Giovanni 10:28; 14:27; 8:32, 36; 15:11.
23 Giovanni 6:40; 9:35, 37.
24 Giovanni 12:49, 50.
25 Giovanni 14:24; 5:24.
26 Giovanni 5:25.
27 Giovanni 5:39, 40.
28 Giovanni 5:37, 38.
29 Giovanni 10:36.
30 Giovanni 14:6; 6:63.
31 Giovanni 12:47, 48.
32 Matteo 24:35.
33 Matteo 22:42.
34 Matteo 11:27; Giovanni 7:29.
35 Giovanni 8:29; 14:9, 10.
36 Giovanni 10:30; 16:15, 28.
37 Giovanni 5:19-21.
38 Giovanni 5:19, 26, 27.
39 Giovanni 8:25, 26.
40 Giovanni 8:28.
41 Luca 12:32.
42 Giovanni 10:14,15,27-29,16.
43 Giovanni 10:2-5.
44 Giovanni 10:11,12.
45 Giovanni 10: 7,1,8,9.
46 Giovanni 10:10.
47 Matteo 4:4; Deuteronomio 8:3.
48 Giovanni 6:35,48-51.
49 Giovanni 6:27.
50 Giovanni 6:49,32,33.
51 Giovanni 4:10,13,14.
52 Giovanni 7:37,38.

 

 

 
Send a friend an email telling them about The Words Site:

Friend's Name:   Friend's Email:   Your Name:  

Home | About Us |

THE WORDS IS COPYRIGHT-FREE. Permission to duplicate The Words applies to all audio
narrations and/or video on this site. Site Design Copyright ©2003 The Words, all rights reserved.
Site design by Prime Web Design